Progetti in corso

I progetti che seguiamo sono diversificati, ma hanno tutti un denominatore comune: sappiamo dove finisce il nostro e il vostro contributo.
Conosciamo personalmente le persone coinvolte nel progetto, ci fidiamo di loro ed, in ogni caso, facciamo dei controlli -che sono più delle visite amichevoli, con abbracci e tutto il resto- per poter documentare e far avere a voi la conferma tangibile del cambiamento che è avvenuto grazie al vostro sostegno.

  1. There’s no food like the one made at home

    Cucinare per sé stessi è uno dei pochi atti che ancora li fa sentire vivi, utili, “normali”. L’atto del prepararsi del cibo e mangiarlo con i propri amici e compagni di disavventura è un atto di libertà, di cura di sé, di convivialità. Ma il cibo costa. Abbiamo quindi contattato delle donne bosniache che, fin dall’inizio, hanno accolto come delle madri e delle sorelle questi giovani in viaggio.
    1230.00 CHF donated

    Read More

  2. Mission to Bosnia

    La missione Bosnia è iniziata a fine luglio 2018, quando siamo scesi a Bihac e a Velika Kladusa, lungo i confini bosniaco-croati. Lì si trovano, rispettivamente, due campi profughi; quello di Bihac ha la fortuna di essere monitorato dalla Croce Rossa della città, la quale offre pietanze quotidiane e vestiti. Non ha, però, dal 3 di agosto, più il diritto di medicare le persone. Il campo di Velika Kladusa, anche chiamato “la Palude” è invece molto meno seguito dalle autorità e l’unico aiuto esterno arriva dalle piccole associazioni e dalla presenza di Medici Senza Frontiere.
    3425.00 CHF donated

    Read More

  3. Larin, we need a liver

    Larin, this is her name, has a rare disease, one of those rare diseases that you may say about it: "Nobody has it". And instead she does. She needs a liver transplant to grow up as a baby, to continue living.
    360.00 CHF donated

    Read More

Vuoi sapere quali progetti abbiamo portato a termine, quali sono le nostre missioni compiute?

 

 

Select your currency
CHF Swiss franc
EUR Euro